L’Africa Romana

Nel tentativo di incentivare gli studi sull’evo antico nell’Africa settentrionale il Centro di Studi interdisciplinari sulle Province Romane ha promosso l‘edizione di una serie di volumi curati da autori italiani e maghrebini.
Solo per restare all’ultimo decennio e senza contare gli innumerevoli articoli e le ormai decine di migliaia di pagine che raccolgono gli Atti del convegno L’Africa Romana, ricordiamo:

  • Uchi Maius, 1, Scavi e ricerche epigrafiche in Tunisia, a cura di A. Mastino e M. Khanoussi, 1997;
  • P. Ruggeri, Africa ipsa parens illa Sardiniae. Studi di storia antica e di epigrafia, 1999;
  • S. Aounallah, Le Cap Bon, jardin de Carthage. Recherches d’épigraphie et d’histoire romano-africaines (146 a.C.-235 p.C.), 2001;
  • P. Salama, Les bornes milliaires du territoire de Tipasa (Maurétanie Césarienne), 2002;
  • A. M. Corda (a cura di ), Uomo, Territorio, Ambiente. La cooperazione italo-tunisina nel settore archeologico, 2002;
  • M. Milanese (a cura di ), Uchi Maius tardo antica e islamica. Miscellanea di studi 1997/2002, 2003;
  • R. Zucca, Sufetes Africae et Sardiniae. Studi storici e geografici sul Mediterraneo antico, 2004;
  • A. Ibba, G. Traina, L’Afrique romaine de l’Atlantique à la Tripolitaine (69-439 ap. J.-C.), 2006;
  • A. Ibba (a cura di, con la collaborazione di M. Abid, Z. Benzina Ben Abdallah, C. Cazzona, D. Sanna, R. Sanna, E. Ughi, disegni di S. Ganga ), Uchi Maius, 2: Le iscrizioni, 2006.

Conscio dell’importanza del libro con insostituibile strumento formativo primario, il Centro di Studi interdisciplinari sulle Province Romane ha sempre posto gratuitamente a disposizione di Università e Istituti di ricerca algerini, libici, marocchini e tunisini e di giovani studiosi meritevoli di attenzione, questi volumi, al fine di incentivare la ricerca scientifica e di agevolare la formazione di elementi validi ma economicamente svantaggiati.

A questo link puoi scaricare gli atti dei convegni de “L’Africa Romana” e altre documenti relativi a ricerche di antichistica in Africa del Nord.