Vincitori di due borse di ricerca sul tema la cooperazione archeologica italo-tunisina: formazione, documentazione e promozione archeologica e culturale in Tunisia. Proroga dei termini per 3 delle 5 borse al 14 agosto 2019

Condividi
  •  
  •  
  •  
BANDO PER L’ATTRIBUZIONE DI N. 5 BORSE DI RICERCA SUL TEMA:
La cooperazione archeologica italo-tunisina: formazione, documentazione e promozione archeologica e culturale in Tunisia.
Primi due vincitori e proroga termini.
 
 
IL PRESIDENTE DELLA SAIC
 
 
Consultato il consiglio scientifico;
Visto il progetto “La Biblioteca Sabatino Moscati a Tunisi e le pubblicazioni della SAIC: formazione, documentazione e promozione archeologica e culturale in Tunisia;
Accertata la copertura finanziaria sul bilancio della SAIC, con fondi della Fondazione di Sardegna;
Visto il verbale infornale e provvisorio della commissione giudicatrice composta da Attilio Mastino, Sergio Ribichini, Antonio Corda;
 
DECRETA
 
Sono risultati vincitori di due delle cinque borse quadrimestrali bandite il 14 giugno 2019 (agosto-novembre 2019):
– MOSBAH MABROUKI di Gafsa fouilles prehistoriques de Doukanet el Khoutifa Siliana-Tunisie, che ha lavorato con l’Università Sapienza di Rome. Responsabili scientifici Giulio Lucarini (UNIOR e ISMEO), Alfredo Coppa (Sapienza Roma), Nabiha Aouadi (INP) 
– AMIR GHARBI de Bizerte (master à La Manouba) sur les monuments prehistoriques de la Tunisie Meridionale (Wadi Lazalim) (ha lavorato negli scavi di Djebba sul Djebel Ghorrah (Tibaris) presso Uchi Maius). Responsabili scientifici Savino Di Lernia (Sapienza) et Nabiha Aoudi (INP)
 
Sono pervenute in ritardo rispetto alla scadenza del 20 luglio le domande di:
– Khaled Dhifi
– Fatma Touj
– Nesrine Nasr
– Ines Ballouchi
 
I termini per la presentazione delle domande sono prorogati al 14 agosto 2019. Coloro che hanno già presentato domanda, sia pur tardivamente, non debbono reiterarla ma debbono precisare il nome del tutor italiano e del tutor tunisino.
Il periodo di svolgimento delle altre 3 borse andrà dal 15 agosto al 15 dicembre 2019.
Per il resto vale il bando originario.
Sassari, 29 luglio 2019.
 
IL PRESIDENTE
Prof. Attilio Mastino