Borsa di lavoro per la Collaborazione alle attività editoriali della SAIC: lavoro redazionale, editing e supporto gestionale. Approvazione atti e graduatoria finale

Condividi
  •  
  •  
  •  

S.A.I.C.

Società Scientifica

Scuola Archeologica Italiana di Cartagine

Documentazione, Formazione e Ricerca

Procedura comparativa pubblica per titoli per l’attribuzione di n. 1 Borsa di lavoro con oggetto   Collaborazione alle attività editoriali della SAIC: lavoro redazionale, editing e supporto gestionale. Approvazione atti e graduatoria finale

Il Presidente della Scuola Archeologica Italiana di CartagineVisto il bando per la procedura comparativa pubblica per titoli per l’attribuzione di n. 1 borsa di lavoro per giovani studiosi, pubblicato con decreto del Presidente della SAIC in data 8 marzo 2020; visto e approvato il verbale del 20 maggio 2020 della Commissione Giudicatrice per la procedura nominata in data 8 maggio 2020 e composta dal Prof. Attilio Mastino (Presidente), dal Prof. Piero Bartoloni  (Componente), dal Prof. Antonio Corda (Segretario); Visti i criteri generali per la valutazione dei titoli e constatato che sono pervenute n. 2 domande di due candidate, una di nazionalità spagnola e una di nazionalità tunisina.

Considerato che l’oggetto dell’attività è così definito: «Il borsista dovrà collaborare alle

attività editoriali della SAIC, nello specifico affiancando la direzione redazionale della collana “Le

Monografie della SAIC” durante il processo di edizione dei volumi attualmente in preparazione.

Dovrà infine predisporre un piano di presentazione delle opere e curare la comunicazione relativa

attraverso i canali della SAIC (pagina web www.scuolacartagine.it; pagina Facebook). Dovrà inoltre seguire rendicontazioni e programmi presso Istituzioni pubbliche e in particolare presso MAECI e Fondazione di Sardegna».

Visto che la Commissione ha fissato la seguente griglia di punteggio:

  • Diploma di Dottorato di ricerca e/o diploma di Scuola di Specializzazione in discipline

storico-archeologiche (20 punti per il dottorato di ricerca / 10 punti per la specializzazione) fino ad un massimo di 30 punti;

  • esperienza pregressa documentabile (verranno valutato nello specifico partecipazione a

comitati di redazione e attività di coordinamento editoriale); fino a 30 punti,

  • pubblicazioni scientifiche di argomento storico-archeologico (fino a 30 punti) in base

all’attribuzione dei seguenti punteggi:

– articolo (rivista, libro, atti di convegno): punti 1

– monografia (libro): punti 2

– voci di enciclopedie, abstract in atti di convegno: punti 0,5

– ulteriori titoli inerenti alla natura della borsa (fino a 10 punti).

Ai fini del giudizio di merito, la commissione ha tenuto conto in primo luogo della congruità del percorso formativo proposto dal candidato, nonché dei titoli scientifici o di altri titoli eventualmente presentati e dell’adeguatezza del curriculum rispetto alle attività previste

Sono stati considerati idonei e quindi collocati in graduatoria i candidati che hanno superato la soglia di punti 50/100

Fissati i parametri di valutazione la commissione ha proceduto alla lettura dei curricula e all’analisi dei titoli per ciascun candidato procedendo in ordine alfabetico.

Arch. Wided ARFAOUI

dichiara attività svolta come Architecte chargée du musée et du site archéologique de Carthage tra il 2008 e il 2015, più una serie di incarichi relativi ad attività di tutela e di attività didattica svolte con

istituzioni pubbliche ed università; presenta una lista di 16 conferenze e pubblicazioni tutte pertinenti e partecipazione ad attività di formazione, stages, incontri scientifici, conoscenza dei sistemi informatici applicati al patrimonio cultuale. Vanta buone competenze linguistiche tra cui una conoscenza media della lingua italiana parlata.

VALUTAZIONE:

Dottorato di ricerca: punti 20

Esperienza pregressa: punti 30

Pubblicazioni scientifiche: (16 articoli valutabili): punti 16

Ulteriori titoli inerenti alla natura della borsa: corso DIPLOMAzia presso il CNR): punti 1; Master in Architettura 5

TOTALE PUNTEGGIO: 72

 

Dott.ssa Rosana Pla Orquin

Dichiara attività di ricerca a livello nazionale e internazionale con responsabilità di gestione

operativa durante missioni di scavo archeologico. Componente della segreteria di comitati internazionali (L’Africa Romana) collabora all’allestimento della rivista “CaSteR” ed è assistant editor della rivista “Folia Phoenicia. An International Journal (ISSN 2532-6384), Pisa-Roma, Fabrizio Serra editore.

Ha al suo attivo 24 pubblicazioni valutabili.

VALUTAZIONE

Diploma di Dottorato di ricerca: punti 20

Esperienza pregressa documentabile (in part. partecipazione comitati di redazione, coordinamento

editoriale e congressuale): punti 30

Pubblicazioni scientifiche: 24 punti

ulteriori titoli inerenti alla natura della borsa: Corso Tecnico museale punti 1

TOTALE PUNTEGGIO: 75

 

GRADUATORIA FINALE

  1. Dott.ssa Rosana Pla Orquin PUNTI 75
  2. Arch. Wided Arfaoui PUNTI 72

La candidata dovrà provvedere a proprie spese, entro trenta giorni dalla data di pubblicazione

della graduatoria di merito, al recupero dei titoli e delle pubblicazioni inviate alla SAIC. Trascorso il periodo indicato, la SAIC non sarà responsabile in alcun modo della conservazione del materiale

suddetto.

 

Il Presidente sentito il parere del Consiglio scientifico e verificata la disponibilità di bilancio, dichiara vincitrice della Procedura comparativa pubblica per titoli per l’attribuzione di n. 1 Borsa di lavoro con oggetto Collaborazione alle attività editoriali della SAIC: lavoro redazionale, editing e supporto gestionale la dott.ssa Dott.ssa Rosana Pla Orquin con PUNTI 75.

Dichiara inoltre idonea l’Arch. Wided Arfaoui con punti 72.

In relazione all’emergenza sanitaria in corso e alla chiusura di Palazzo Segni sede della SAIC dispone, in difformità di quanto deliberato dalla Commissione e sentito il parere del Consiglio scientifico, che la a borsa verrà svolta nel mese di ottobre 2020.

Il pagamento della borsa sarà effettuato a saldo entro i primi dieci giorni di novembre 2020. La borsa può essere revocata per giustificato motivo qualora il Presidente della SAIC ne faccia richiesta per iscritto al Consiglio scientifico della SAIC. In caso di rinuncia o impossibilità a iniziare l’attività, l’assegnatario perde il diritto alla borsa a far data dalla rinuncia o dalla accertata impossibilità. La borsista in gravidanza deve comunicare il proprio stato al Presidente della SAIC. In collaborazione con il medico competente sono indicate le eventuali azioni per evitare qualunque rischio indebito. Lo svolgimento delle attività potrà essere interrotto obbligatoriamente per ragioni sanitarie, in rapporto all’epidemia di Corona Virus. I candidati potranno provvedere a proprie spese, entro trenta giorni dalla data di oggi, al recupero dei titoli e delle pubblicazioni inviate alla SAIC. Trascorso il periodo indicato, la SAIC non sarà responsabile in alcun modo della conservazione del materiale suddetto.

Il Presidente esprime vivo apprezzamento per la qualità delle proposte ricevute e si riserva ulteriori decisioni per la candidata idonea, in rapporto alle effettive necessità e disponibilità finanziarie.  

Sassari, 25 maggio 2020.

Con il contributo della Fondazione di Sardegna

 

                                                                                       Attilio Mastino

                                                                                           Presidente